Più bevi, più il cuore batte veloce!

Lo dice anche la scienza: chi esagera con gli alcolici ha ripercussioni anche sul cuore, che prende a battere più velocemente. L’esperienza dei bevitori dell’Oktober Fest

Più bevi, più il cuore batte veloce!

“Prosit!” Quante volte, nelle esperienze dirette in birreria tedesca durante una vacanza o tra i banchi affollati dell’Oktober Fest, ci è capitato di tracannare fresche birre che sembrano scivolare senza problemi lungo l’apparato digerente! E quante volte, magari per caso, abbiamo avuto la sensazione che il cuore battesse più velocemente, magari con qualche palpitazione riferita all’euforia del momento. Ebbene, oggi la scienza risponde chiaramente alla questione proponendo addirittura una proporzione: più alcol si beve, più salgono le pulsazioni cardiache. A mettere un punto fermo su un aspetto così significativo è lo studio Munich Beer Related Electrocardiogram Workup (MunichBREW), portato avanti agli esperti del dipartimento di cardiologia dell'ospedale universitario LMU di Monaco. La ricerca, presentata al congresso dell’European Heart Rhythm Associazione di Barcellona, ha preso in esame più di 3000 persone giovani, di età media di 35 anni, coinvolti nella grande fiera della birra bavarese. Poco meno di una su tre era di sesso femminile. Sono stati presi in esame i livelli di alcol attraverso il respiro e le rilevazioni all’elettrocardiogramma, dopo aver ovviamente valutato l’eventuale vizio del fumo, la presenza di terapie per cuore e vasi o di malattie cardiovascolari. I risultati non lasciano dubbi: quanto più si era alzato il gomito, tanto più cresceva la frequenza cardiaca. In pratica, se si aumenta la quantità di alcolici che si ingerisce, cresce di conseguenza la frequenza cardiaca. E fare uno sforzo, magari anche una semplice corsa, diventa più complesso!