Ipertensione polmonare, la cura arriva a casa

Per questa malattia rara, in tempo di Covid-19, un’iniziativa importante. Il rilascio a domicilio in tutta Italia di un farmaco per la terapia

Ipertensione polmonare, la cura arriva a casa

Arrivare presto, in medicina, significa porre le basi per affrontare al meglio un problema. Non sfugge a questa norma nemmeno l’ipertensione polmonare, che oggi va affrontata, caso per caso, con le terapie più efficaci. Le cause che creano il problema, infatti, possono essere diverse tra loro. Questa malattia rara, progressiva è caratterizzata da pressione del sangue all'interno dei vasi arteriosi del polmone pericolosamente alta che si associa alle alterazioni strutturali dei vasi sanguigni creano infatti un'aumentata resistenza al flusso del sangue pompato dal cuore. Questo determina un progressivo affaticamento per il ventricolo destro che può culminare nello scompenso cardiaco. Si manifesta con affanno, vertigini, capogiri e stanchezza. I primi campanelli d’allarme si osservano con lo sforzo fisico, anche banale come dover salire qualche gradino o vestirsi.  Inizialmente è asintomatica e quando i sintomi compaiono la malattia è già progredita. Proprio per la genericità dei sintomi che provoca, la malattia va diagnosticata precocemente perchè non diventi orfana di diagnosi, con il riconoscimento del quadro che arriva anche con anni di ritardo. Individuare presto il quadro, che interessa più comunemente nelle donne di età compresa tra i 20 e i 40 anni e coinvolge almeno 2000 persone in Italia, è fondamentale per iniziare il trattamento più idoneo, in base alle indicazioni del medico.

La terapia che arriva a casa

Molti, in questa fase, sono ovviamente i pazienti costretti a casa per emergenza coronavirus e che necessitano di assistenza continua. Non tutti, inoltre, possono contare su familiari in grado di farsi carico della loro assistenza. In risposta a queste necessità di cura sempre più difficili da gestire, Bayer si è attivata concretamente a favore dei pazienti con Ipertensione Polmonare Arteriosa, potenziando le proprie attività di Patient Support Program. L’azienda ha infatti avviato un servizio, a titolo gratuito, di home delivery per i pazienti affetti da ipertensione polmonare arteriosa di tutte le età, valido per tutto il territorio nazionale. La consegna del farmaco al proprio domicilio assicura la continuità terapeutica e consente una riduzione di accessi in ospedale e nelle farmacie. Oltre alle cure da seguire, per i malati è fondamentale imparare a convivere con la malattia, prendere ciò che di buono viene dalle terapie e inventarsi una nuova vita. Ma per fare tutto questo il rapporto con il medico è fondamentale: ci deve essere un dialogo chiaro, aperto e il medico deve comprendere empaticamente i bisogni e le difficoltà del paziente. Solo così il paziente torna ad essere davvero protagonista.