Il salmone, alleato degli sportivi!

Grazie alla presenza di proteine e dell’astaxantina, questo pesce può diventare un formidabile alleato per chi fa sport perché aiuta il benessere del cuore e delle cellule

Il salmone, alleato degli sportivi!

Per chi fa palestra, jogging o ha la fortuna di trovarsi sulla neve scendendo lungo le piste o faticando facendo sci da fondo, l’alimentazione è un fattore fondamentale. E se è vero che l’attività fisica, senza pericolose esagerazioni, è una panacea per il cuore e per i muscoli, è altrettanto innegabile che occorre fornire all’organismo tutto ciò di cui ha bisogno. Il salmone è un alimento a cui non si deve rinunciare perché associa alle proteine nobili, gli acidi grassi
polinsaturi e le provitamine.

Le proteine, “motore” per le cellule

Chi fa attività fisica, in particolare in inverno, ha bisogno di disporre di un valido quantitativo calorico per affrontare gli sforzi e di aminoacidi che consentano all’organismo di disporre dei “mattoni” necessari per costruire le proteine che aiutano i muscoli a contrarsi, gli anticorpi che ci difendono dalle infezioni, gli enzimi che facilitano le normali reazioni invisibili che avvengono nel corpo. Per questo il salmone rappresenta un alimento ottimale, anche nella stagione fredda, perché è ricco di proteine nobili, che contengono gli aminoacidi che il corpo non è in grado di produrre, ed offre quindi una vera e propria carica proteica utilissima per sostenere al meglio gli sforzi.

Vitamine per la salute della pelle e delle ossa

Il salmone, inoltre, è un serbatoio naturale di vitamine. Si va dalla niacina, che aiuta la circolazione del sangue e la salute della pelle, fino ad un “progenitore” della Vitamina A, l’astaxantina. Questa è una sostanza che fa parte del gruppo dei carotenoidi, utilissima per l’organismo perché favorisce la sintesi di vitamina A, che è fondamentale per la salute ed é presente soprattutto come provitamina,. La Vitamina A aiuta lo sviluppo delle cellule della retina che consentono la visione quando la luce è scarsa, favorisce la crescita di ossa e denti, difende dalle infezioni ed ha azione antiossidante. Inoltre il pesce offre all’organismo anche la vitamina D; per quanto riguarda il cuore, nell’essere umano il deficit di questa vitamina risulta associato a disfunzione vascolare, ipertrofia del ventricolo sinistro e peggioramento di fattori di rischio come diabete, ipertensione e iperlipidemia, oltre che con un peggior profilo di morbilità
cardiovascolare (Journal of the American College of Cardiology Volume 70, Issue 1, July 2017).
Per tutte queste ragioni, è importante ricordare che gli esperti, tra cui l’American Heart Association, suggeriscono di consumare pesce, tra cui il salmone, almeno 2 volte a settimana per avere benefici per la salute.

La soluzione? A portata di mano!

Nella vita di tutti i giorni non è sempre possibile cucinare salmone fresco, per questo una soluzione ottimale per non rinunciare a questo alimento ricco di benefici nutrizionali, viene dal salmone in conserva. Il salmone in scatola infatti può essere una valida e pratica alternativa a quello fresco, perché ne mantiene pressoché inalterate le proprietà nutritive ed è fonte degli stessi nutrienti (proteine nobili e Omega-3) e sali minerali. Quello che può cambiare è però l’apporto di grassi “buoni” grazie all’aggiunta, in quello in conserva, dell’olio di oliva che rappresenta un ulteriore vantaggio per la salute del cuore.