ABColesterolo.it, i segreti del colesterolo a portata di mouse

Prevenzione, alimentazione, attività fisica. Tutto quanto occorre sapere su colesterolo e salute cardiovascolare in un sito dedicato

ABColesterolo.it, i segreti del colesterolo a portata di mouse

In Europa ogni anno sono 4 milioni i decessi causati da malattie cardiovascolari, 111 miliardi gli euro spesi annualmente per l’assistenza sanitaria legata a queste patologie, e l’ipercolesterolemia nelle donne e negli uomini europei ha una prevalenza del 54%: la percentuale più alta del mondo. Per far scendere queste cifre, la prevenzione dei fattori di rischio è fondamentale. In particolare, la scienza dice che la riduzione dei livelli plasmatici del colesterolo “cattivo” (colesterolo-LDL o C-LDL) si correla con un calo del rischio cardiovascolare: basti pensare che ad una riduzione di 40 milligrammi per decilitro di C-LDL è associata una riduzione del 20-25% di mortalità per cause cardiovascolari come infarto e ictus. Queste percentuali spiegano perché agire sul colesterolo LDL, con obiettivi diversi da persona a persona in base al profilo di rischio, sia fondamentale, a partire dagli stili di vita. Un’alimentazione sana, per esempio, può ridurre il colesterolo nel sangue fra il 5% e il 10%, diminuendo così anche il rischio di malattie cardiovascolari. Ma come bisogna orientarsi per trovare le risposte scientifiche alla problematica? La risposta a tante domande viene dal web e si trova nel sito abcolesterolo.it che apre la campagna di Daiichi Sankyo Italia, in collaborazione con ATBV, per la prevenzione dell’ipercolesterolemia, tanto più pericolosa perché asintomatica e quindi impercettibile da chi ne soffre, ma che spesso si può gestire attraverso semplici accorgimenti. Un gioco didattico, grafica user-friendly, linguaggio chiaro, messaggi semplici e sintetici veicolati nella forma di risposta a dubbi e domande frequenti sono gli “ingredienti” del sito, motore della campagna di sensibilizzazione ABColesterolo. 

Cosa propone la scienza

Le evidenze scientifiche hanno portato a rivedere le linee guida europee sul controllo di questo fattore di rischio, messe a punto da ESC/EAS (European Society of Cardiology/European Society of Atherosclerosis) , abbassando ulteriormente i valori target ottimali di colesterolo-LDL nel sangue: 115 mg/dL per pazienti a basso rischio cardiovascolare, 100 mg//dL  per soggetti a rischio moderato, 70 mg/dL per i pazienti ad alto rischio (con dislipidemie familiari, diabete, ipertensione o insufficienza renale) e 55 mg/dL per quelli a rischio molto alto (che hanno già subito infarto, ictus o altro evento cardiovascolare). In Italia, da un’analisi condotta dall’Osservatorio Epidemiologico Cardiovascolare (OEC)/Health Examination Survey (HES), sulla popolazione di età compresa fra 35 e 74 anni tra il 1998 e il 2012, è emerso che il valore medio del colesterolo totale è aumentato significativamente sia negli uomini (da 205 a 211 mg/dL) che nelle donne (da 207 a 217 mg/dL). Anche la prevalenza di ipercolesterolemia è aumentata nei due generi, passando dal 20,8% al 34,3% negli uomini e dal 24,6% al 36,6% nelle donne.  “Purtroppo ancora troppe persone ignorano o trascurano le gravi conseguenze che livelli alti di colesterolo LDL possono avere sulla salute del cuore. Il fatto che l’ipercolesterolemia non comporta sintomi percepibili, infatti, abbassa notevolmente il livello di attenzione. – spiega Massimo Grandi, Presidente e Amministratore Delegato di Daiichi Sankyo Italia - In casi come questo informazione e prevenzione sono le armi più potenti per combattere i rischi della patologia, per questo Daiichi Sankyo ha deciso di ripartire dall’ABC, con una campagna di prevenzione organica che coinvolgerà  proprio tutti, dai dipendenti agli specialisti, ma soprattutto i pazienti, che grazie ad un nuovo strumento interattivo e stimolante,  avranno a disposizione tutte le informazioni più aggiornate, gli strumenti e i suggerimenti utili a tenere sotto controllo il loro colesterolo e abbassare così il rischio di eventi cardiovascolari come infarto e ictus”.

Campagna presente anche sui social

 Sono diversi gli strumenti della campagna educazionale, a partire da “Gino Escape - più lontani dal colesterolo” - un gioco didattico. La porta d’accesso ai contenuti del sito è l’educational game “Gino Escape”, un quiz di 5 domande in 50 secondi sul colesterolo, che cambieranno periodicamente, in modo da spingere l’utente a mettersi alla prova sulla conoscenza della patologia e a navigare nelle varie sezioni del sito. Al termine del quiz l’utente potrà scaricare la guida completa con informazioni e suggerimenti utili per la lotta alle dislipidemie.  Il grado di consapevolezza degli utenti è verificato lungo il percorso di navigazione, attraverso il questionario/sondaggio “ABC QUIZ” relativo ai contenuti spiegati nelle varie sezioni e, coloro che risponderanno aiuteranno anche gli specialisti a comprendere meglio le carenze e i bisogni non ancora soddisfatti delle persone affette da questo tipo di patologia, siano essi di tipo informativo o medico. Nella sezione “Diamo voce all’esperto” alcuni dei più importanti specialisti italiani impegnati nella ricerca e nella lotta alle dislipidemie, spiegano il legame tra colesterolo e malattie cardiovascolari, quali sono i soggetti più a rischio, ciò che c’è da sapere sulle nuove linee guida per la gestione delle dislipidemie, le conseguenze dell’interruzione delle terapie ipolipemizzanti dopo l’infarto, e tanto altro ancora. Il sito sarà costantemente aggiornato con nuovi contenuti e programmi che verranno diffusi anche attraverso la Community Facebook dedicata “Ridurre il Colesterolo”.

 

(FM)