Misura il colesterolo buono e cattivo

Hai solo il valore del colesterolo totale e dei trigliceridi: ti aiutiamo noi!

Misura il colesterolo buono e cattivo

Quando si fanno le analisi del sangue quasi sempre vengono richiesti sia il colesterolo LDL che l’HDL. Tuttavia a volte questi dati non sono disponibili. Ricordate di misurare sempre i trigliceridi perché così facendo potrete giungere ai valori ricercati attraverso la formula di Friedwald, che consente di misurare il colesterolo LDL.

Colesterolo LDL = Colesterolo Totale - (Colesterolo HDL + (trigliceridi / 5).

La formula è precisa e facilmente applicabile per conoscere il proprio colesterolo LDL, ma non dev'essere applicata se i trigliceridi sono maggiori di 300 mg/dl. Il valore del colesterolo LDL nei soggetti con trigliceridi elevati presenta infatti alcune importanti limitazioni.

Va ricordato che la stima del rischio cardiovascolare basata sul solo colesterolo LDL esclude altre lipoproteine che pure sono “cattive”, cioè aterogene, perché facilitano con la loro presenza la formazione di placche all’interno dei vasi sanguigni. In particolare, viene del tutto ignorato il contributo di altre lipoproteine, chiamate VLDL, alla infiltrazione lipidica dei vasi arteriosi e alla formazione delle LDL piccole e dense. Per ovviare a questo problema, è stato da qualche tempo proposto un diverso parametro, il colesterolo non-HDL. Si ottiene semplicemente sottraendo dal colesterolo totale il colesterolo HDL, che è l’unica frazione lipoproteica sicuramente non aterogena.

Colesterolo non-HDL = Colesterolo totale–Colesterolo HDL Questo semplice calcolo consente di misurare tutto il colesterolo veicolato dalle lipoproteine potenzialmente aterogene che sono le lipoproteine che contengono apo B.

Misura il colesterolo buono e cattivo