Come tenere la pressione sotto controllo

Siamo tutti ipertesi?

Le nuove linee guida americane abbassano ancora i livelli desiderati. Ma è proprio giusto?

Come tenere la pressione sotto controllo

Nella persona sana la pressione arteriosa sistolica (cioè quella massima, che si registra quando il cuore spinge il sangue nelle arterie) non deve superare i 120 millimetri di mercurio. La pressione arteriosa diastolica (cioè la minima,che registra le resistenze offerte dai vasi sanguigni al passaggio del sangue) non dovrebbe salire oltre gli 80 millimetri di mercurio. A definire questo ulteriore abbassamento dei valori normali sono le ultime linee guida scientifiche sull’argomento delle due società scientifiche americane, l’American Heart Association e l’American College of Cardiology. A spingere su questo ulteriore inasprimento dei valori di normalità sono i maggiori rischi di sviluppare infarto o ictus cerebrale che, nel tempo, si possono correlare a un’ipertensione anche modesta.
In base alla nuova classificazione, quindi, la pressione normale è tra 120 e 80 millimetri di mercurio. Si parla di pressione elevata con una massima che si stabilizza tra i 120 e i 129 millimetri di mercurio, con la minima sempre sotto gli 80. 
L’ipertensione è poi definita di stadio 1 quando i valori della pressione sistolica si pongono tra 130 e 139 millimetri di mercurio e la minima varia dagli 80 agli 89 millimetri di mercurio. L’ipertensione di stadio 2 è invece contraddistinta da una sistolica uguale o superiore a 140 millimetri di mercurio e da una diastolica superiore o uguale a 90 millimetri di mercurio.