Coenzima Q-10 e scompenso cardiaco

Gent.mo Prof. Fiorentini,
ho letto che il coenzima Q-10 è utile per il cuore e previene lo scompenso cardiaco. È vero?
Pensavo di assumerlo quotidianamente. Sono un uomo di 35 anni, affetto dall'età di dieci da insufficienza aortica di grado moderato post reumatismo articolare acuto, trattato con punture domiciliari di Penicillina ogni 21 giorni. Assumo da sei anni il betabloccante Bisoprololo a piccole dosi per ridurre l'adrenalina sul cuore, soffrendo di tachicardia. Eseguo controlli annuali e profilassi per l'endocardite infettiva.
La ringrazio Professore.
La saluto con stima
Nicola

Professor Cesare Fiorentini

Risponde:
Professor Cesare Fiorentini

Direttore sviluppo area clinica

Centro Cardiologico Monzino

Caro Nicola,
in linea generale il coenzima Q-10 può essere di qualche utilità per la prevenzione dello scompenso cardiaco, sebbene ad oggi questa utilità non sia ancora stata definita fino in fondo. Le consiglierei comunque di proseguire con il Bisoprololo che davvero può essere di grande utilità in un caso come il suo.
Con viva cordialità
Cesare Fiorentini