Diabete e innalzamento dei valori della microalbuminuria

Per chi soffre di diabete un innalzamento dei valori della microalbuminuria, oltre a segnalare che il rene non funziona bene, può indicare anche un maggior rischio per il cuore? Cosa occorre fare?

Dottor Stefano Genovese

Risponde:
Dottor Stefano Genovese

Responsabile Unità di diabetologia, endocrinologia e malattie metaboliche

Centro Cardiologico Monzino

Per microalbuminuria si intende la presenza di piccole quantità di albumina, una proteina del nostro organismo, nelle urine. Fino a 30 mg/l (milligrammi per litro) la microalbuminuria è considerata ancora accettabile, oltre quella soglia rappresenta un marcatore di danno renale ma anche vascolare. La presenza di microalbuminuria è infatti un fattore di rischio per l’evoluzione del danno renale e per la comparsa di patologie cardiovascolari come infarto e ictus. Per ridurre il valore di microalbuminuria bisogna raggiungere e mantenere un buon controllo della glicemia e della pressione arteriosa. In particolare alcuni farmaci anti-ipertensivi hanno dimostrato di essere più efficaci nel ridurre questo parametro.